domenica 16 giugno 2013

Gli addi , gli arrivederci, i benvenuti....

Gli addi , gli arrivederci, i benvenuti....


Ci sono dei momenti della vita tutto tutto tace.
Ci sono dei momenti della vita dove ogni tanto ti capita qualche cosa.
Ci sono momenti della vita dove si è travolti da valanghe di emozioni, di ricordi, di speranze.... e il tutto a volte ti lascia il fiato corto, e fai fatica a respirare e governare le emozioni!
Questo momento della mia vita è così!
Allora l'altro giorno alla recita di Lolla, quando gli è stato consegnato il diplomino di ammissione alla prima ed e stata fatta la foto con tanto di cappellino.... mi sono emozionata moltissimo e ho pianto.
Poi ho consegnato il mio bigliettino di addio alle maestre scritto da noi, disegnato da noi,   tutto fatto in casa da noi. Loro lo hanno letto e ... poi hanno cominciato a piangere!
La vita è fatta di emozioni!
Il biglietto diceva così:
La mia maestra mia ha insegnato a contare fino a 10, poi da grande capirò che bastano solo questi numeri per arrivare a contare fino a 100, 1000  addirittura fino all'infinito.
La mia maestra mi ha insegnato le lettere dell'alfabeto poi da grande caprò che bastano solamente queste lettere per scrivere grandi romanzi, addirittura poemi.
La mia maestra mi ha preso la mano e mi ha incamminato verso la vita!


Meglio rilassarsi un pò
Mi faccio una bella tazza di latte e magari vi izuppo una bella fetta di ciambellone!
Buona domenica a tutti!

Ricetta per un buon ciambellone con la ricotta.

Io e le mie figlie lo preferiamo a quello normale perchè rimane più umdo e profumato. Provare per credere.

Cosa serve per fare

100 g di ricotta
100 g di zucchero
4 uova
150 g di olio di semi
250 g di farina00
80 g di fecola di patate
1 bustina di lievito
una buccia di limone grattugiata
e a piacere scaglie o gocce di cioccolato.
Come fare per fare
Montare per bene  le uova con lo zucchero e aggiungere man mano gli altri ingredienti. Versare il composto in uno stampo a ciambella, infornare in forno già caldo a 180° per circa 4o minuti.
E volià il dolce è fatto!


19 commenti:

  1. è bello provare queste emozioni..farsi travolgere ogni tanto da esse!!!....il bigliettino è davvero commovente...mi sono emozionata anch io leggendolo!!!....sei dolcissima....mmm e questo ciambellone ha un aria così invitante.....ti auguro Buona Domenica cara!!Un bacio bgrande...

    RispondiElimina
  2. Questa ricetta è fantastica io adoro il ciambellone!
    Nonché le tue parole!baci simo

    RispondiElimina
  3. Ottima la ricetta, ma da maestra d'asilo ti dico che sei stata bravissima a fare il biglietto alle maestre. Sono la cosa più bella che rimane a noi che ogni giorno viviamo insieme ai piccoli e vogliamo loro tanto bene ^________^
    Ely

    RispondiElimina
  4. Ciao Serena :) Quante belle emozioni! <3 E' proprio così, alcuni momenti della vita sono silenziosi, statici... altri un fiume in piena di emozioni e avvenimenti importanti! Il biglietto è stupendo, mi sono emozionata! :) Un abbraccio forte e complimenti per questo delizioso ciambellone :) :**

    RispondiElimina
  5. che bellissima frase; lo credo che le maestre si sono commosse!
    Un momento di tenerezza sottolineato dal tuo ciambellone; un connubio perfetto :))

    RispondiElimina
  6. E' vero sai, hai ragione, momenti di calma piatta, talvolta addirittura opprimenti, e momenti in cui gli eventi e le emozioni ci travolgono come onda dietro onda....che buffa la vita!
    Il biglietto per le maestre era bellissimo, mi sarei commossa anche io, la torta poi non è da meno!
    Un abbraccio Sere, buona settimana!!!!

    RispondiElimina
  7. Sono commossa anche io, bellissimo il biglietto :)
    La torta sembra buonissima!
    Un abbraccio e buona settimana!

    RispondiElimina
  8. ecco.. sei riuscita a farmi commuovere..
    che bello quel biglietto mia cara Sere..
    dolce cara Sere, qui da te solo ottime ricette e buoni sentimenti.
    ti adoro.
    ora vai dritta nella lista lovely friends.. più lovely di te..?
    vaty

    RispondiElimina
  9. Caspiterina.. che biglietto strappalacrime!! Sarei andata in un brodo di giuggiole anche io in una situazione del genere!!!! Buonissimo il tuo ciambellone.. .-) buona giornata

    RispondiElimina
  10. Che bella lettera, chissà che emozione.
    Ciambellone che deve essere squisito.

    Fabio

    RispondiElimina
  11. Io mi emoziono per tutto. Alla prima recita di mia figlia ho faticato per trattenere le lacrime e così è stato anche alla seconda. Quindi credo che sarà così ogni volta.
    Oggi vedo troppe ciambelle e ne ho una voglia matta.

    RispondiElimina
  12. Ciao, quanto sono importanti le emozioni, farsi travolgere da loro, un'arricchimento senza fine.....
    Bellissime le parole della lettera alle maestre, delle grandi verità in tanta semplicità!!!
    Questo buonissimo ciambellone ci sta benissimo....una emozione in più!!!
    Baci

    RispondiElimina
  13. che carina la lettera alla maestra ! ll ciambellone deve essere una bontà !
    A presto!

    RispondiElimina
  14. Che belle parole avete scritto alla vostra maestra e che belle emozioni! Io ci sarò il prossimo anno con Tommaso e solo all'idea mi vengono le lacrime! La vita e' così ed è' meravigliosa! Ti abbraccio e ti faccio i complimenti per questo bel dolce!
    Maddy

    RispondiElimina
  15. Emozionarsi, piangere, cogliere sentimenti... cosa c'è di più bello? Lasciarsi andare a tutto questo, godersi l'attimo in cui esplode forte il flusso emotivo... per me ha valore, ci sentiamo vive e sappiamo cogliere tutti i colori della vita... compreso il bianco della ricotta... ;-)

    RispondiElimina
  16. Ottima ciambella e grazie per aver condiviso i bei pensieri1

    RispondiElimina
  17. ciao Serena, passo per un saluto :))

    RispondiElimina
  18. Ciao serena grazie per il tuo commento sulle mie borsette la stoffa l'ho presa ad un negozietto difronte casa che ha delle stoffine molto carine! Baci simo

    RispondiElimina
  19. Serena, che bel post... e hai proprio ragione, sono le basi più semplici quelle che ci portano più lontano. Un bacione!

    RispondiElimina