venerdì 3 maggio 2013

Le piante selvatiche e le colline gialle!

La mia campagna e una crostata di farina gialla.


Quanto ha piovuto questo inverno non si può dire.
La primavera è arrivata, le giornate si sono allungate e riscaldate, ma le previsioni del tempo promettono ancora pioggia nei prossimi giorni.
Uffa questa poggia!
Però questa pioggia una cosa  buona l'ha fatta!Con la sua abbondanza, con la sua copiosità, ha reso le nostre campagne semplicemente meravigliose! Sono verdi verdi... di un verde intenso e schietto!
Le colline sono ricoperte di prati folti e qua e là puntini coloratini, macchie variopinte le donano contrasto: sono i gialli, i rosa, i verdi, i fucsia,...i lilla  dei fiori e delle infiorescenze selvatiche che forti e prepotenti tornano ogni anno puntuali a fare da cornice nelle nostre campagne.
Aglietto selvatico
Melo cotogno


Campanula

Portulaga


fresia selvatica

Trifoglio pratense

 Profumi ora intensi, ora lievi si liberano nell'aria. Fragranze odorose rienpiono i nostri sensi.
Io e le mie figlie camminiamo in mari verdi agitati dal vento, ci aggrappiamo ad arbusti forti che lo stesso vento ha piegato al suo gusto ... e veniamo avvolti da onde di  sensazioni travolgenti  e la fantasia spazia....
Sono un pò come loro io! Sono selvatica... ed è difficile imbrigliarmi o condizionarmi! Come loro ogni anno torno a splendere a primavera, e come loro sono semplice, senza fronzoli e senza pretese.
Tra tutte quelle che preferisco e forse quella che mi somiglia di più è la ginestra.

Ginestra
Cresce abbondante qui da noi, è una delle piante più colorate della macchia mediterranea, preferisce il mare,non ha bisogno di tanta acqua, è capace anche di svilupparsi in terreni arsi dal sole o brulli. Cresce anche là dove il vento inpetuoso e fastidioso non permette ad altre piante di svilupparsi. Ha foglie fibrose, filoformi, lisce ma appuntite all'apice, I suoi fiori sono di un giallo intenso, del colore del sole, del caldo e della bella stagione. Poi basta passarle vicine, basta solo una tenue carezza dell'aria, basta solamente un pò di brezza,   ed ecco che un profumo intenso, una fragranza inconfondibile si libera nell'aria e profuma  le nostre gionate, le nostre strade, le nostre passeggiate....i nostri sogni e i nostri ricordi!
Sono così io... senza se e senza ma.....

Crostata di farina gialla





Questa crostata è semplicemente strepitosa.
La ricetta mi è stata data da una bella signora amica di mia sorella. é una ricetta semplice, ma piena di gusto e molto profumata! E' gialla come un fiore di ginstra,... è spartana... un pò come me!
E' una crostata senza se e senza ma!

Cosa occorre per fare

200 g di farina per polenta
200 g di farina 00
200g di burro
200 grammi di zucchero
2 uova intere e 1 tuorlo
1/2 bustina di lievito per dolci.
1 barattolo di marmellata a proprio gusto (Io ho scelto una marmellata di fichi fatta in casa)

Come fare per fare

Mescolare all'inizio le farine e aggiungere poi il burro e sbriciolare. Aggiungere ancora lo zucchero, il lievito ed infine le uova. Lavorare velocemente l'impasto e far riposare per almeno 30 minuti avvolto da pellicola. Stendere l'impasto non troppo sottile, adagiarvi una marmellata a vostra preferenza  io ho messo una marmellata fatta in casa sul finire dell'estate con i fichi settembrini. Decorare con un bel bordo e delle strisce ed infornare a forno già caldo a 180° per circa 40 minuti.
E voilà la torta è fatta!
Con questo ricetta partecipo al contest

31 commenti:

  1. Buona questa ricetta di crostata, molto "rustica" ma decisamente da provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si una crostata molto rustica quanto golosa! Un abbraccio e buon WE

      Elimina
  2. Amo la campagna, così come amo le crostate un po' rustiche con la farina gialla... mi piacciono tantissimo! La tua è davvero golosa, mi hai fatto venir voglia di prepararla! :D Complimenti e grazie per queste belle foto! :) Un bacione, buon weekend! :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale... queste crostate sono un pò rustiche come me! Psss ma non lo dire a nessuno! Buon WE mia cara!

      Elimina
  3. Serena i tuoi post sono sempre così belli..è sempre un piacere leggerli!...e questa crostata...mmmm...non smetterei di mangiarla..io adoro le crostate che buona deve essere!!!!^_^Un abbraccio grande!!!^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sei troppo carina con me.... sempre! A proposito aspetto la ricetta dei tuoi cookies! Un abbraccio forte forte e a presto!

      Elimina
  4. Ciao Serena! Come prenderei volentieri una bella fetta della tua golosissima crostata !!
    Complimenti per le foto ,sono molto belle!!!
    Baci!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary sei molto carina con me... e per quanto riguarda le foto... ne ho fatto centinaia solo queste si salvavano... ho una nuova macchinetta e faccio fatica a capire... Un abbraccio e a presto!

      Elimina
  5. Che bella ricetta

    http://couturetrend.blogspot.it/

    RispondiElimina
  6. Adoro i fiori selvatici, peccato che la ginestra qui da noi non ci sia... e quella crostata? Sembra deliziosa, da provare sicuramente...
    Grazie per il tuo passaggio da me, benvenuta! :)

    RispondiElimina
  7. Grazie per aver contraambiato la visita! Certo da te non ci sarà la ginestra... ma quante altre bellezze offre la natura! Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Ciao serena!!!..sul mio blog ho lasciato un premio per te e il tuo blog!!..un bacione grande dolcissima e buona domenica!!!^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al più presto verrò a farti visita, mi prenderò il premio, e....e intanto ti abbraccio forte forte!

      Elimina
  9. le campanule, che ricordi! e la crostata con questa farina, mai fatta, da provare al più presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah che ricordi anche io con quelle campanule.... magari un giorno ci farò un post!!!!! un abbraccio caloroso mia dolcissima Aria!

      Elimina
  10. Bellissime le fioriture e complimenti per la deliziosa crostata!!! Baci e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mia cara Paola e ti aspetto ancora a presto!

      Elimina
  11. Cara Serena,
    grazie per esserti unita ai miei lettori. Ti seguo volentieri anch'io non voglio perdermi i tuoi post e le tue deliziose ricette.
    Questa in particolare credo che la proverò presto, mi piace la farina di mais nei dolci.
    Ti farò sapere, a presto
    Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Barbara grazie a te per aver contraccambiato la visita! Ci vedremo presto allora! Un abbraccio forte da me!

      Elimina
  12. Moolto buona posso dimezzare lo zucchero visto che devo ma per il resto semplicemente buona. Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo che si Edvige! é sempre un piacere averti qui da me!

      Elimina
  13. Immagini della natura incantevoli e una crostata molto invitante.
    Complimenti!
    Grazie per la visita, sarà un piacere seguirti.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passata da queste parti! Grazie anche per i complmenti e a presto!

      Elimina
  14. grazie mille per la ricetta!!!inserita ora!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok va benissimo e in bocca al lupo a me!

      Elimina
  15. anch'io amo la natura e le crostate, la tua poi ha un profumino!!!!sono la tua 67esima follower se ti va passa a trovarmi http://simofimo.blogspot.it/ ciao simona.

    RispondiElimina
  16. Simo grazie molto... e corro subito a farti visita!

    RispondiElimina
  17. grazie mille per essere passata, a presto simona!:)

    RispondiElimina
  18. Che post interessante cara Serena, grazie!!!!

    RispondiElimina
  19. Ciao Serena,
    come promesso ho fatto la tua crostata, se vuoi vederla la trovi nel mio blog di soli dolci
    http://momentidizucchero.blogspot.it/2013/05/crostata-con-farina-di-mais.html
    Grazie per questa buonissima ricetta, è piaciuta a tutti!!
    Un abbraccio,
    Barbara

    RispondiElimina